Mappatura, geografia e heartworms: Cornell’s Dwight Bowman

Quando si tratta di mappatura, geografia e filariosi cardiopolmonare, Dwight Bowman di Cornell è il tuo ragazzo: discuterà di previsioni e prevenzione il 5 giugno al 2015 ACVIM Forum, Indianapolis (Denver, Colo.) Molti di noi non sono minimamente preoccupati per i parassiti e i nostri animali domestici finché non siamo colpiti.

Sono diretti verso di noi? Chissà? Ma un veterinario che potrebbe avere una risposta è il dottor Dwight Bowman, un professore di parassitologia della Cornell University School of Veterinary Medicine, che interverrà all’American College of Veterinary Internal Medicine Forum a Indianapolis il 5 giugno.

Bowman, la cui presentazione è intitolata “Previsione della prevalenza della filaria e dell’impatto della prevenzione”, è stato uno dei più forti sostenitori del paese per il controllo dei parassiti ad ampio spettro durante tutto l’anno per tre decenni.

“Non importa dove vivi, non ci sono scuse per non farlo”, sottolinea.

Bowman è una specie di Mr. MapQuest e ha seguito e monitorato la diffusione di queste fastidiose creature tramite mappe di dati dal sud-est del Pacifico al nord-ovest del Pacifico e all’Alaska, che stanno iniziando a vedere un aumento dei rapporti.

Alla domanda sul perché i proprietari negli stati ad alto rischio non proteggano i loro animali, Bowman risponde: “Probabilmente è fiscale. Tuttavia, non capiscono nemmeno le gravi conseguenze della filaria nei loro animali domestici. Lo sviluppo della malattia è insidioso e nascosto al proprietario. Si tratta di vermi lunghi un piede che vivono per anni nuotando nelle arterie polmonari dei polmoni. I cani possono averne da pochi a più di 100. Ci vuole un bel po ‘di tempo prima che la malattia si sviluppi nella maggior parte dei cani, e talvolta si presentano come emergenze mediche. Il trattamento è difficile, potenzialmente pericoloso e costoso rispetto alla prevenzione. ”

Definisce la filaria come “subdola”, dopo averla vista diffondersi gradualmente negli Stati Uniti nell’ultimo mezzo secolo. “Le persone sono lente a vedere la necessità di prevenzione fino a quando il worm non si è manifestato più volte all’interno di un’area”, aggiunge.

Far capire ai proprietari che la trasmissione può avvenire in qualsiasi momento dell’anno è altrettanto frustrante per i professionisti. “Sono erroneamente bloccati nel credere che ci sia una determinata finestra di trasmissione e che la protezione non debba essere più lunga di pochi mesi qua o là, e beh, la mancano”, sostiene l’oratore. “Le persone non capiscono che nematodi, tricocefali e anchilostomi possono essere trasmessi durante l’inverno e che le zecche sono felici come può esserlo ogni giorno in cui la temperatura sale sopra lo zero.”

La maggior parte dei dati che studia è fornita da IDEXX Laboratories (Mukilteo, Wash.) E ANTECH Diagnostics (50 sedi negli Stati Uniti e in Canada), sebbene alcuni provengano da cliniche veterinarie e laboratori di analisi. “Sarebbe fantastico se potessimo ottenere risultati da più cliniche”, dice Bowman, “ma c’è la questione di come farlo accadere e come valutare la qualità di quello raccolto”.

Con l’aiuto dei partner statistici nella mappatura dei dati, osserva che i veterinari stanno facendo un lavoro solido nella prevenzione delle malattie nei loro pazienti e nel servire bene i loro clienti. Tuttavia, allo stesso tempo “spera di essere in grado di mostrare loro dove è probabile che un leggero aumento degli sforzi di prevenzione abbia un effetto massimo sulla riduzione delle malattie nei loro pazienti”.

Se ti capita di partecipare a un concorso televisivo di giochi-spettacolo che tratta di geografia, Bowman è un ragazzo che vorresti avere al tuo fianco, dal momento che da anni analizza i dati cartografici a livello nazionale del Companion Animal Parasite Council.

“Previsione”, sottolinea, “è una parola che preoccupa molti quando viene discussa in termini di mappatura della malattia. Le persone sono preoccupate per il valore delle informazioni e il fatto che le informazioni possano essere più una supposizione che un’ipotesi. ” Cita le previsioni meteorologiche ed economiche come casi emblematici.

“Ora è possibile iniziare a prevedere ciò che potrebbe essere e confrontarlo con i dati sulla base di ciò che accade effettivamente”, spiega. “Il Consiglio ha avviato uno sforzo per provare tali forme di previsione, sebbene sia solo nelle sue fasi formative.

“Ogni anno, grazie alla nostra raccolta di milioni di punti dati, le nostre mappe migliorano. Possiamo vedere le tendenze e stiamo lavorando per andare oltre le tendenze passate per suggerire quali potrebbero essere quelle future. Nel mondo del controllo delle malattie, il passo successivo è iniziare a capire cosa sarebbe necessario per ridurre i livelli di infezione. La cosa più importante che le mappe possono fare in ultima analisi è valutare gli impatti dell’intervento “, conclude Bowman.

Partecipazione dei media: i membri accreditati dei media possono partecipare gratuitamente al Forum ACVIM 2015. Tuttavia, è necessario registrarsi con ACVIM. Per la registrazione dei media, contattare Laurie Nelson a Laurie@ACVIM.org o 303.231.9933 Ext. 101.

Informazioni sull’American College of Veterinary Internal Medicine (ACVIM)

L’American College of Veterinary Internal Medicine (ACVIM) è un’organizzazione senza scopo di lucro dedicata al miglioramento della vita degli animali e delle persone attraverso l’istruzione, la formazione e la certificazione di specialisti in medicina interna veterinaria, la scoperta e la diffusione di nuove conoscenze mediche e la sensibilizzazione del pubblico sui progressi in cure mediche veterinarie.

ACVIM ospita l’ACVIM Forum, un incontro annuale di formazione continua in cui vengono presentati alla comunità veterinaria informazioni, tecnologie e abstract di ricerca all’avanguardia. Partecipano più di 3.200 veterinari, veterinari, tecnici e studenti.

“Visit Indy è entusiasta di dare il benvenuto all’American College of Veterinary Internal Medicine a Indianapolis per il loro forum ACVIM 2015”, ha affermato Chris Gahl, Vice President of Marketing and Communications di Visit Indy. “Non vediamo l’ora di accogliere più di 3.200 partecipanti che genereranno più di 4,2 milioni di dollari di impatto economico per l’Indiana centrale”.

ACVIM è l’ente certificatore per i veterinari specialisti in cardiologia, medicina interna dei grandi animali, neurologia, oncologia e medicina interna dei piccoli animali.

Per saperne di più sugli specialisti ACVIM e sul forum ACVIM 2015, visitare www.ACVIM.org.

Mappatura, geografia e heartworms: Cornell’s Dwight Bowmanultima modifica: 2020-12-02T12:46:00+01:00da backunina
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento